W3C

Il World Wide Web Consortium Pubblica la Recommendation SOAP Versione 1.2

Il W3C XML Protocol Working Group Rilascia il Componente Essenziale per i Web Service

Contatto per l' America --
Janet Daly, <janet@w3.org>, +1.617.253.5884 or +1.617.253.2613
Contatto per l' Europa --
Marie-Claire Forgue, <mcf@w3.org>, +33.492.38.75.94
Contatto per l' Asia --
Saeko Takeuchi <saeko@w3.org>, +81.466.49.1170

(Questo comunicato stampa è disponibile anche in inglese, francese e giapponese)


http://www.w3.org/ -- 24 Giugno 2003 -- Il World Wide Web Consortium (W3C) rilascia oggi la Recommendation di SOAP Versione 1.2, costituita da SOAP Version 1.2 Primer, SOAP Version 1.2 Messaging Framework, SOAP Version 1.2 Adjuncts e SOAP Version 1.2 Specification Assertions and Test Collection. SOAP Version 1.2 è un protocollo leggero studiato per lo scambio di informazione strutturata in un ambiente decentralizzato e distribuito come il Web. Una W3C Recommendation è l' equivalente di uno standard Web, in quanto indica che la specifica sviluppata dal W3C è stabile, contribuisce alla interoperabilità del Web ed è stata rivista dai membri W3C, che ne favoriscono l' adozione da parte dell' industria.

"I Web service mantengono la promessa di applicazioni interoperabili solo quando i fondamenti tecnici sono condivisi, robusti, e assicurano il livelli di prestazioni attesi" ha spiegato Tim Berners-Lee, Direttore del W3C. "Oggi, i W3C Member hanno approvato SOAP Versione 1.2, la prima versione di SOAP ad avere avuto subito un testing ed una implementazione rigorosi, e a supportare completamente gli standard Web. Sia i clienti che gli sviluppatori di Web service richiedono in ugual misura un protocollo per Web service basato su XML che supporti l'intera gamma immaginabile di applicazioni e tecnologie Web. Ora che SOAP Versione 1.2 è qui, essi sono stati accontentati."

Web Service Robusti si Basano su Modelli Standardizzati e Flessibili per lo Scambio di Messaggi

Il trasporto dei dati è centrale alla moderna computazione nell'ambiente interconnesso, decentralizzato e distribuito che è il Web. Da quando XML è emerso come il formato preferito per i dati la sfida per il mittente ed il destinatario è di accordarsi su un protocollo di trasferimento a livello applicazioni - indipendentemente dal fatto che il trasferimento debba avvenire tra programmi software, macchine o organizzazioni.

Fin dalla sua nascita nel settembre 2000 l' XML Protocol Working Group del W3C ha lavorato sia su XML Protocol Requirements che sulla specifica di SOAP Versione 1.2, utilizzando come punto di partenza la W3C Note SOAP 1.1. Adesso che il Working Group ha prodotto diversi documenti, ha ricevuto riscontri significativi da parte degli sviluppatori, ha identificato implementazioni interoperabili, e ha ricevuto una rassegna completa dai Membri W3C, SOAP Versione 1.2 è pronta per un vasto impiego.

SOAP Versione 1.2 Fornisce un Supporto Stabile per le altre W3C Recommendation, e un Miglior Modello di Elaborazione

L' XML Protocol Working Group ha lo scopo di sviluppare tecnologie che permettano a due o più "peer" di comunicare in un ambiente distribuito utilizzando XML come linguaggio di incapsulamento. La loro soluzione consente un' architettura a livelli su un formato di messaggio semplice ed estensibile che consente robustezza, semplicità, riusabilità e interoperabilità.

Il Primer, una introduzione per utenti e per progettisti di applicazioni, è un tutorial facilmente comprensibile che descrive le caratteristiche di SOAP Versione 1.2 tramite esempi e link alla specifica. La specifica di SOAP Versione 1.2 fornisce un quadro di riferimento in due parti per i sistemi di messaging basati su XML: Messaging Framework e Adjuncts:

Pensato per aiutare gli implementatori a scrivere processori SOAP, Specification Assertions and Test Collection fornisce un insieme di test disegnati per le asserzioni che si trovano in Messaging Framework e Adjuncts. Questi test mostrano se le asserzioni sono implementate in un processore SOAP e sono progettati per incoraggiare l' interoperabilità tra diverse implementazioni di SOAP Versione 1.2.

Inoltre, per soddisfare i requisiti contenuti nelle finalità del Working Group, SOAP Versione 1.2 integra tecnologie di base di XML. SOAP Versione 1.2 è progettato per lavorare senza soluzione di continuità con W3C XML schema, massimizzando l' utilità di SOAP con una vasta gamma di strumenti XML e preparando la strada per lavori futuri sul Web Services Description Language (WSDL). Inoltre fa uso dei Namespaces in XML come meccanismo flessibile e leggero per trattare la composizione di linguaggi XML.

SOAP Versione 1.2 descrive un modello di elaborazione migliorato, rimuovendo così ambiguità presenti in SOAP 1.1. SOAP Versione 1.2 comprende messaggi di errore più chiari che aiuteranno gli sviluppatori a scrivere applicazioni di miglior qualità.

Implementazioni riuscite di SOAP Versione 1.2, Prodotti già Annunciati

Dopo il suo periodo di Candidate Recommendation, il W3C XML Protocol Working Group ha recensito sette implementazioni di SOAP Versione 1.2 da parte di organizzazioni W3C Member e di sviluppatori indipendenti per assicurare l' attuabilità e l' interoperabilità di implementazioni basate sulla specifica. Precedentemente il Working Group ha identificato e risolto più di 400 problemi tecnici ed editoriali emersi nella revisione pubblica di SOAP 1.1 e della risultante SOAP Versione 1.2.

Gli attuali partecipanti al Working Group includono leader dell' industria e della tecnologia come: AT&T; BEA Systems; Canon; DaimlerChrysler Research and Technology; Ericsson; Fujitsu Limited; IBM; IONA Technologies; Macromedia; Matsushita Electric Industrial Co., Ltd.; Microsoft Corporation; Oracle Corporation; SAP AG; SeeBeyond; Software AG; Sun Microsystems; e Systinet.

Le comunità di sviluppo non membri W3C e altre organizzazioni con interessi correlati hanno fornito un input importante per la creazione di SOAP Versione 1.2. Diversi W3C Member hanno rilasciato dichiarazioni in cui indicano il loro impegno per implementazioni di SOAP Versione 1.2 attuali e future.

Il World Wide Web Consortium [W3C]

Il W3C è stato creato per portare il Web al massimo del suo potenziale sviluppando protocolli comuni che permettano la sua evoluzione e ne assicurino l' interoperabilità. È un consorzio industriale internazionale guidato congiuntamente dal MIT Laboratory for Computer Science (MIT LCS) negli USA, l' European Research Consortium for Informatics and Mathematics (ERCIM) in Francia e Keio University in Giappone. I servizi forniti dal Consorzio includono: un archivio di informazioni sul World Wide Web per sviluppatori ed utenti, vari prototipi e applicazioni campione per dimostrare l'utilizzo della nuova tecnologia. Ad oggi, oltre 400 organizzazioni sono Membri del Consorzio. Per ulteriori informazioni: http://www.w3.org/