W3C

Il W3C rinnova e amplia la sua attività sui Web Service

Lancio del Working Group sulle annotazioni semantiche per WSDL

Contatti America e Australia --
Janet Daly, <janet@w3.org>, +1.617.253.5884 o +1.617.253.2613
Contatti Europa, Africa e Medio Oriente --
Marie-Claire Forgue, <mcf@w3.org>, +33.492.38.75.94 o +33.676.86.33.41
Contatti Asia --
Yasuyuki Hirakawa <chibao@w3.org>, +81.466.49.1170

(disponibile in Inglese, Francese, Giapponese, e tradotta in altre lingue )



http://www.w3.org/ -- 21 marzo 2006 -- Il World Wide Web Consortium (W3C) ribadisce il suo impegno nella costruzione dei fondamenti dei Web Service, con il rinnovamento della propria Web Services Activity. W3C continua il proprio lavoro su SOAP, Web Services Description Language (WSDL), e Web Service Addressing con specifiche e caratteristiche, nuovo gruppo istituito per aumentare la descrizione dei servizi attraverso la semantica. L'incremento dei Web Service con la tecnologia Semantic Web, rende più semplice automatizzare la composizione e la scoperta dei Web Service.

La semantica arricchisce la descrizione dei Web Service

WSDL è utilizzato per descrivere l'interfaccia dei Web Service, i suoi input ed output, ma da solo non fornisce informazioni sufficienti a determinare automaticamente se le interfacce di due Web Service arbitrari siano compatibili. La descrizione semantica rende più semplice identificare quei servizi che hanno input ed output compatibili. In questo modo, data la descrizione di un servizio per l'individuazione di libri, e la descrizione di un servizio che permetta il loro acquisto, entrambe dotate di semantica, diventa molto più semplice combinare i due servizi in uno, senza dubbio più utile e completo. Per ragioni simili, le descrizioni semantiche rilevabili meccanicamente facilitano la scoperta di Web service pertinenti.

Agganci in WSDL 2.0

WSDL 2.0 include alcuni agganci che permettono la specifica delle descrizioni semantiche. W3C ha istituito le Semantic Annotation per il Web Services Description Language (SAWSDL) Working Group, con l'intenzione di sviluppare un meccanismo di annotazione che sfrutti questi agganci appieno e in modo vantaggioso.

"Sono molte le comunità che operano attorno ai Semantic Web Service," ha spiegato Jacek Kopecky, Direttore del Semantic Annotations for WSDL Working Group e rappresentante del DERI di Innsbruck. "Il W3C sta cercando di riunirle attraverso il processo basato sul consenso, per accertarsi che la ricchezza e la varietà delle esperienze possano essere distillate e riunite, per lavorare ad una soluzione standard per l'automazione del Web."

Il Semantic Annotations for WSDL Working Group fornirà anche un elenco delle nuove proprietà, all'interno della form di Resource Description Framework (RDF), compatibili con l'esistente RDF mapping per WSDL.

Industrie e comunità della ricerca insieme per promuovere il Semantic Web e la convergenza dei Web Service

Oltre 400 ricercatori e sviluppatori partecipano al Semantic Web Services Interest Group (SWS IG), un forum pubblico permanente, creato nel 2003, per discutere tematiche legate ai Web Service, orientate verso l'integrazione del Semantic Web e dei Web Service. Sono attesi feedback e osservazioni, provenienti dalle iniziative di entrambe le aree, ricerca e industria, per aiutare il nuovo Working Group a fondare il proprio lavoro su esperienze reali e pratiche.

Nel 2005, W3C ha tenuto il Semantic Web Services workshop per diffondere informazioni relative al potenziale lavoro di standardizzazione sulla Semantica nei Web Service.

Il lancio dello SAWSDL Working Group è supportato dal Programma EC's IST del WS2 project.

Il World Wide Web Consortium [W3C]

Il W3C è stato creato per portare il Web al massimo del suo potenziale, sviluppando protocolli comuni che permettano la sua evoluzione e ne assicurino l'interoperabilità. È un consorzio industriale internazionale guidato congiuntamente da dal MIT Computer Science and Artificial Intelligence Laboratory (CSAIL) negli USA, European Research Consortium for Informatics and Mathematics (ERCIM) con sede amministrativa in Francia e and Keio University in Giappone. I servizi forniti dal Consorzio includono: un archivio di informazioni sul World Wide Web per sviluppatori ed utenti, vari prototipi e applicazioni campione per dimostrare l'utilizzo della nuova tecnologia. Ad oggi, oltre 400 organizzazioni sono Membri del W3C. Per ulteriori informazioni: http://www.w3.org/